Naju 2002

"Il tempo del giusto giudizio divino non è lontano..."

Messaggio del 9 luglio 2002.

Soffrendo dolori da tre giorni e non riuscendo affatto di dormire sino dal ieri l'atro, offrivo queste pene per la sntificazione del clero e delle persone religiose e per la conversione dei peccatori. Avendo combattuto i dolori per tutta la notte, vidi dalla finestra che si faceva già il giorno. Attorno alle 7 di mattina, stando ancora a letto, pregando e cercando di dormire, vidi nella visione delle scene del tutto miserabili. Erano le scene che non potevo neppure guardare con gli occhi aperti. Talmente erano indiscribilmente orribili. 

Gli uomini, maschi e femmine, vecchi e giovani, si abbandonavano a peccati di impurità, ed erano scene di completa pazzia. Sarebbe imbarazzante anche menzionare alcuna di tutte quelle oscene cose che facevano. Come potrei allora dirle tutte? Quei vari peccati che loro commettevano con una superbia che raggiungeva i cieli, ricordando la Torre di Babele, farebbero sì che uno si prostri in completa consternazione.

Gesù e la Beata Madre, che lo guardavano, prima piansero, poi le loro lacrime si tinsero di sangue, e alla fine piansero sangue e sudavano sangue pure. Queste lacrime di sangue e sudore di sangue cadevano, ma pareva che sparivano prima che toccassero il suolo. Allo stesso tempo, sentii qualcosa gocciolare sulla mia fronte. Ciò mi sorprese ed io subito asciugai la mia fronte con le mani, ma sentii che qualcosa continuava a gocciolare non solo sulla mia fronte, ma anche sull'intero mio corpo. Mentre mi chiedevo se questa era una realtà fisica oppure qualcosa spirituale, sentii la bella e gentile voce della Beata Madre.

LA BEATA MADRE:

Mia diletta figlia! Mio Figlio Gesù ed io riceviamo molta consolazione per i calici di riparazione che tu offri con grande amore e sacrificio.

Figlia! Hai visto bene in che condizione sono i figli nel mondo? E questo il perché che, con mio Figlio Gesù, io ho rivelato la scorciatoio che potete prendere al Cielo, mostrandovi numerosi segni attraverso te, che io ho scelto a Naju, in Corea, e ripetendo le stesse parole sempre di nuovo per tanti giorni già, per salvare questo mondo e tutti i figli nel mondo. Eppure, fra tutti i figli del mondo, quante anime hanno veramente compreso e seguono le parole mie e di mio Figlio Gesù? Persino la grande maggioranza del clero e delle persone religiose che io ho scelto ed i figli che sono stati specialmente chiamati e che dovrebbero conoscere me e mio Figlio Gesù non consolano i feriti Cuori di Mio Figlio e me con il seguire i messaggi che mio Figlio Gesù ed io vi diamo. Invece, sono divenuti spiritualmnete ciechi e sordi e rimangono ossessi con vane delusioni e senza o con mala guida spirituale. Come potremmo mio Figlio Gesù ed io non piangere e sudare sngue se è così?

Tutti figli nel mondo! L'ora del giusto giudizio divino non è lontano. Perciò, ora non prosrastinate più, ma affrettatevi a pentirvi e, tenendovi forte alle mie mani, andiamo al Figlio mio Gesù che tanto vi ama.

Anche in quest'ora, numerosi figli nel mondo, maschi e femmine, vecchi e givani, senza esitazione commettono peccati di oscenità, persino contro le loro posizioni sociali, e, per inalzarsi sugli altri, calpestano gli altri, ricorrendo a qualunque mezzo, e persino all'assassinio. Persino i figli che ho chiamato litigano gli uni contro gli altri come demoni affamati di inalzarsi sugli altri. Come giubila il demonio della scissione, che cerca di impedire agli uomini di rendersi uniti tra loro, che promuove la discordia tra loro, e che vuole perderli! In questo modo, i demoni, resi gioiosi, vi si accostano con con pretesa amicizia e con tutto il falso bene per promuovere divisione e incitare confusione. Ed ecco che numerosi figli nel mondo e persino la grande maggioranza dei figli scelti stanno seguendo falsi profeti. Guardando questo, mi sento molto male al mio Cuore. 

Quelle voci dei autoproclamati profeti che usano il mio nome per abbagliare i figli nel mondo con fallaci profezie... Quei falsi profeti che diffondono illusioni e vane delusioni come parole di mio Figlio Gesù e me... Io e mio Figlio Gesù vi abbiamo già detto attraverso la mia figli, la piccola anima, come prendere la scorciatoia per il Cielo con il divenire semplici e piccole anime. Eppure, come siete ciechi e sordi, come non potete vedere e sentire, e non comprendere!

Figli! Ma dovete proprio rimanere incapaci di liberarvi dalle vostre inutili curiosità, dall'ascoltare alle vane illusioni, alle false profezie, alle delusioni, e rimanere così come vuoti spighe di grano fino alla fine, e, poi, all'ora del Giudizio Finale, essere gettati nel fuoco di zolfo che brucia violento? Affrettatevi a credere nei messaggi che mio Figlio Gesù ed io vi diamo, metteteli in pratica, e salvatevi.

Questa epoca attuale è impantanata nei peccati che sono peggio di quelli dell'eppoca di sodoma e Gomorra, e dell'epoca di Noé e del Diluvio, e così recano offese a Dio. Per questa raggione, adesso, io voglio pregarv con le mie ultime lacrime di sangue.

Ora, affrettatevi e venite, tutti i figli nel mondo! A voi che vi accostate a me, che cosa non potrei io dare? Eppure, la grande maggioranza dei figli si sono già alienati da Dio. E questa la ragione che mio Figlio Gesù, il vostro Redentore, sparge sangue e acqua dal Suo straziato Cuore, senza risparmiare neppure una singola goccia, per salvarvi; ma quante sono le anime che veramente si pentono? Il Dio Padre, che vede questo e lo deplora, è pieno di sdegno e presto manderà il castigo.

Tutti i figli nel mondo che siete stati scelti! Comprendendo bene che il Preziosissimo Sangue dal Sacro Cuore del Figlio mio Gesù, che Egli ha tutto sparso, senza risparmiarne alcuno, per salvarvi, è l'immenso Amore del Signore, il quale è alto, profondo e ampio, divenite più grati e rendete noto il Preziosissimo Sangue dalla Croce sempre di più.

Perhé tutti voi possiate essere nel numero delle spighe buone al giorno del severo giudizio di Dio, quando Egli separerà la zizzania dal grano, e perché possiate godere il Cielo, non sprecate nessun ora del vostro viaggio, breve o lungo che sia, ma, mostrando la forza d'amore con più vigore, offrite generosamente anche quei dolori che vi fanno sanguinare nel vostro interno. 

Divenite voi la luce che splende su questo mondo oscurato che è in grande pericolo, e aiutate le numerose anime che vanno raminghe nel buio e che sono distratte da molte cose, ad abbordare all'Arca di Salvezza per poter mettere in pratica i messaggi del unito Amore del Sacro Cuore di Gesù ed il mio Immacolato Cuore.

Se tutti i figli nel mondo trasformeranno le loro vite in preghiera e mi seguiranno, divenendo vigili, pregando, e offrendo sacrifici e riparazioni per non perdersi dall'Arca di Salvezza che io ho preparato, gli verrà dato in possesso l'albero dell'eterna vita nel mondo che verrà e godranno eterna gioia, amore e pace alla mensa del Signore.

Dopo che la Beata Madre finì di parlare, sentii qualcosa gocciolare sulla mia faccia, faccendo un suono, e scivolando giù. Domandandomi se ciò era un fenomeno spirituale oppure fisico, premei il bottone dell'interfono. Quando un'aiutante venne sollecita nella stanza, fu sorpresa e gridò: "Oh, no! Come può essere questo?" E si mise a piangere. Io la chesi: "C'è qualcosa sul mio viso?", ma lei non era in grado affatto di parlare, solo piangeva. Poco dopo, disse: "Sangue! Sangue! E' sangue..." Ma non riuscì a dire di più. Volendo anch'io vederlo, la chesi: "C'è uno specchio da qualche parte? Me lo porti?" Lei me lo portò. Quando mi vidi, fui sorpresa anch'io. C'erano innumerevoli tracce larghe e piccole sul mio viso. Alcune delle tracce erano rosso chiaro, e altre rosso cupo. Non solo la mia faccia, ma anche il pigiama era tutto macchiato fitto di molte tracce di sangue e acqua sanguigna. Quando poi diversi aiutanti vennero a guardare, cinque nuove tracce apparirono sul mio pigiama, sulla parte superiore, posteriore, destra, dei calzoni.


P. Fausto Zelaya da San Francisco
amministra il Sacramento dell'estrema unzione a Giulia

Oh, Signore! Ti sia data lode, gratitudine, gloria e adorazione da tutti i popoli in questo mondo nonostante che siamo così indegni! Amen.

Giulia Kim
Naju, Corea




Copyright © 2002, Mary's Touch By Mail. Tutti i diritti riservati.