Naju 2002

Il messaggio della Nostra Signora alla Festa della Presentazione del Nostro Signore

Messaggio del 2 febbraio 2002
Festa della Presentazione al Tempio

Pregavo con alcuni aiutanti sulla montagna della Beata Madre, meditando profondamente sulla Via Crucis che Gesù ha dovuto passare.

Alla Settima Stazione, dove pregavo e meditavo sui dolori che Gesù sofferse quando cadde per la seconda volta, un uomo pregò: "Ti rendo grazie, Signore, che hai permesso a noi, che siamo indegni e deboli, di sapere almeno un po' su come erano violenti e numerosi i dolori che il Signore soffrì, attraverso il Tuo concedere a Giulia di participare in alcuni degli immensurabili dolori Suoi sulla Croce..." Non appena lui finì la sua preghiera, che si sentì un sussurare dietro a noi che era appena appena udibile: "Stiamo perdendo anime, che abbiamo conquistato con grandi difficoltà, a causa delle preghiere di questa miserabile donna. Assassiniamola, la nostra nemica mortale, sbattiamola sulla roccia, facciamo a pezzi la sua testa." E subito, diversi demoni mi colpirono fortemente alla testa da dietro. Mi presero a calci, mi sollevarono, e mi lanciarono perché colpissi la roccia con la testa. Ma a qul momento, la Beata Madre venne giù dal Cielo come un lampo, con il suo manto aperto, e mi rapì, prevenendo che io colpissi la roccia.

Portando le mani al collo e alla testa dolenti, dissi: "Grazie, Madre. Offro questi dolori per la conversione dei peccatori. Aiuta me, peccatrice, e tante altre anime, perché ci pentiamo e diventiamo sarti d'amore che fanno risarcire il straziato Sacro Cuore del Signore, fazzoletti d'amore che asciugano il sangue ed il sudore di Gesù, ed il pianto di sangue della Beata Madre, e la tenaglia d'amore che tira fuori le spine e i chiodi che gli abbiamo conficato faccendo peccati.

"Gloria al Signore e lode e consolazione alla Beata Madre! Che la nostra gratitudine mai venga a mancare. Amen."

Mentre io offrivo in rassegnazione i dolori che i demoni mi avevano causato, il mio dolente collo e testa furono completamente guariti. Allo stesso tempo, sentii la dolce, gentile, e amorosa voce della Beata Madre.

LA BEATA MADRE:

Sì. Grazie, mia diletta figlia! E diletti figli miei chiamati che avete risposto dicendo "Amen" al mio invito! Mio Figlio Gesù ed io siamo oggi di nuovo con voi per unirci alle vostre preghiere piene d'amore e offerte per partecipare alle sofferenze del mio Figlio Gesù, dedicando il vostro miglor tempo per la conversione dei peccatori e per contemplare sui Misteri di Salvezza che vi è stata ottenuta attraverso gli immensurabili dolori del Figlio mio Gesù sulla Croce.

I demoni, che bene sanno che, a mezzo delle vostre ardenti preghiere, gli occhi e gli orecchi dei ciechi e dei sordi si aprono e le grazie entrano in numerose anime, fumano di rabbia e cercano di abbattervi mobilizzando tutte le risorse possibili, ma io sempre vi starò di guardia e vi proteggerò da loro.

In questo tempo quando Satana cerca di conquistare l'intero mondo, le preghiere che voi, piccole anime, di giorno in giorno offrite perché partecipaste ai dolori del Calvario che il Signore sofferse diventano consolazioni che riparano all'agonia di morte che il vostro Signore soffrì al Gethsemani e alle tristezze e dolori che sofferse quando lo abbandonarono i Suoi discepoli che tanto erano amati da Lui.

Pure, le preghiere che voi giornalmente offrite con fervore, partecipando nella Passione del Signore, diventano penitenze per i peccati che tanti figli commettono, recando ingiuria alla sacra dignità di Dio. Le preghiere e sacrifici che offrite per la conversione dei peccatori divengono offerte sacrificiali in riparazione anche per i peccati di altre anime. Il Signore ed io riceviamo molta consolazione per l'offerta di esse all'altare della Giustizia di Dio.

Per questa ragione, oggi ho offerto di nouvo le vostre anime sull'altare del Sacro Cuore del Signore che è in fuoco, come avevo offerto il Bambino Gesù al tempio.

Tutti i miei diletti figli nel mondo! Quando desiderate seguirmi come bambini innocenti, io vi laverò con rivoli d'acqua di misericordia, vi nutrirò con il mio latte spirituale, e vi condurrò al Signore. Vi farò anche crescere spiritualmente attraverso le sinceri preghiere che con ardore offrite con tutto il vostro cuore su questa Via Crucis dove io cammino con mio Figlio Gesù, sanguinando con Lui. Il Signore pure laverà le vostre anime e corpi con il Suo Sacro Sangue vi vi darà un perdono completo. Lui stesso ve lo ha promesso.

Perciò, affrettatevi a me come umili, piccole anime, contemplando profondamente sulle sofferenze che il Signore che era senza colpa ha dovuto subire sulla Croce, e confessando sempre di essere peccatori indegni.

Diletti miei figli che siete chiamati! Questo mondo ormai è diventato del tutto tenebroso. Perché numerose anime sono diventate spiritualmente cieche e sorde, si sono perse, e vanno raminghe in tenebre, io ho fatto molti miracoli e segni e ho gridato ancora e ancora finché la gola non cominciasse a sanguinarmi, per seguire la Volontà di Dio che nessun'anima venisse abbandonata e che tutti si salvassero e ottenessero a possedere l'albero dell'eterna vita. Ciononostante, loro non capiscono e continuano a camminare sulla via all'inferno. Persino i figli che ho chiamato al Cielo non si esercitano nella rununcia —e non cercano l'unità tra loro— ma perseverano nel seguire la propria volontà fino alla fine, e così sempre di nuovo riconfermano di meritare purgatorio o inferno. Ma la risposta di Dio darà severa, e il flagello dei fuochi di giustizia sarà inevitabile. Come può in tal modo aversi un domani sicuro?

Perciò, almeno voi che siete stati chiamati e che sapete che l'ora del giudizio di Dio Padre si avvicina, dovreste vivere una vita consacrata piena di preghiere, sacrifici, e riparazioni, e cercare fortemente di cambiare la vostra vita di ogni momento in preghiere perché l'ora del castigo possa cambiarsi in benedizioni.

Pure, la nuova luce delle grazie sarà concessa su tutti coloro che vivono una vita consacrata al Signore e a me, e per la conversione dei peccatori. Offrite generosamente anche quei dolori che vi fanno sanguinare il cuore come pure tutti i dolori che troverete in questo mondo dove rimanete per un poco e poi ve ne andate, perché, al ultimo giorno, le porte del Cielo si spalancheranno per voi; e la gloriosa corona di fiori, accompagnata da eterna felicità, vi sarà data; e starete al mio fianco.

In questo tempo miserevole, tra i figli che sono numerosi quanto le stelle nel cielo e quanto i granelli di rena sulle spiagge del mare, quelli che si avvicinano a me da piccole anime, affidandosi completamente a me, sono molto, molto pochi. Eppure, unendomi alla vostra odierna devozione, piango lacrime di gioia vedendo il vostro sincero amore e fedeltà.

Mie dilette piccole anime! Il vostro Signore che è la Via, la Verità, e la Vita, vi benedice oggi con il suo infinito amore.

 

Quando la Beata Madre finì di parlare, io rimasi piangente e in preghiera prostrata sul suolo. D'improvviso, sentii il suono di qualcosa che cade. Quando guardai, vidi che vi erano sette lacrime. Poco dopo altre dodici lacrime caddero. Mi resi conto che i dolori al capo e al collo non c'erano più. Gloria e lode al Signore e consolazione alla Beata Madre! Amen.

Giulia Kim
Naju, Corea




Copyright © 2002, Mary's Touch By Mail. Tutti i diritti riservati.